opera intro.messa

rimango sempre affascinato dalla reazione del mio cervello di rifiuto all’arte cosi detta contemporanea.

Come cercando di scappare dagli obbrobri “senza titolo”, il mio occhio si risvegli trasformando una vecchia macchina pompa di caolre, lasciata  a far antmosfera in uno spazio ex-industriale dedicato all’esubero del mercato dell’arte contemporanea, in un elgante e concentrato trapezzista impegnato in un’evoluzione senza tempo

Annunci
Questa voce è stata pubblicata il 6 novembre 2011 alle 23:11. È archiviata in arte, Déjà-vu, POST IT con tag , , , , , , . Aggiungi il permalink ai segnalibri. Segui tutti i commenti qui con il feed RSS di questo articolo.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: